AthonVeggi

Fine Neftys

athon September 12, 2012 Uncategorized No Comments

Fine Neftys

 

il Sole è creato  da Koprer   -lo Scarabeo-con materiale di scarto, con  la  palletta di sterco  che lui trascina tra le zampe. Abbiamo una lunga serie di  fatti “avvelenati”  nel nostro sistema. Ra si autoavvelena  con il suo sputo- abilmente  manipolato da Iside- In altre  parole siamo  immersi in un sistema avvelenato  dalle origini. Ed anche il pianeta  è denso di veleni, animali velenosi, piante velenose, vapori velenosi, metalli e sostanze velenose; Faccio notare che anche  gli umani

hanno veleno  -della qualità di quello del

cobra- nella saliva.

Nei testi delle piramidi  Neit e Serquet   ,Iside e Nebet Het sono associate nella  manipolazione  e trasmutazione  dei veleni cosmici  , fino a renderli   curativi  per  il corpo e per lo spirito..

La nostra compagine fu tramandata . distorta  , grazie ai Romani, ai Greci ed a Plutarco ,  e ciò ha “avvelenato” la nostra comprensione   del mitico passato aprendo il varco al materialismo spirituale e al razionalismo, all’intrusione   della politica nelle discipline  esoteriche ,  che   ha determinato  il mutamento  radicale   del rapporto col divino e con la natura che era  la divinità manifesta.

L’intrusione sempre più potente della politica  nella disciplina spirituale è un fatto assodato  :  la tecnica  è sempre la stessa . dire le cose giuste mescolate a quelle sbagliate e distorte, così da confondere le idee, oppure saltare un anello  od una fase  in un percorso    -sia esso iniziatico,  mitico,politico  o scientifico ,così da creare  un pericoloso vuoto di comprensione, nel quale  è facile introdurre  cose sbagliate.  Coi miti   è stato fatto lo stesso, e poiché essi sono il sostrato   del nostro corpo di ombra  e della  nostra  psiche,  ogni anello o gradino mancante è un punto debole  nel quale è possibile inciampare,  dal momento la comprensione  dei   miti  è supporto per lo spirito.

 

Nei  Testi  antichi ,quali i Testi delle Piramidi, sia  Iside che Neftys appartegono  alla compagine delle  grandi dèe che  definiscono le parti del cielo zodiacale e le direzioni celesti, e sono  le “contenitrici dei quattro figli di Horus, -alias le quattro stelle della costellazione della Coscia, dimora di Sutesh,- colui che gioca il ruolo dell’oppositore e del conflitto malevolo.-  che  controllano  le energie  distorte e negative  od eccessive  di Sutesh– incanalandole  nel corpo umano

( Fine.)

 

 

ftys

Like this Article? Share it!

Comments are closed.