AthonVeggi

Fuori dal gioco del serpente

athon September 12, 2012 Uncategorized No Comments

Fuori dal gioco del serpente

 

 

“ Io sono colui che è sfuggito dal  gioco del serpente arrotolato.

Io sono asceso in una lingua di fuoco, essendomi girato .

I due cieli vengono a me, le due terre vengono a me.

Io  ho camminato  sulle verdi piante khad che sono sotto i piedi di Geb, io  ho percorso le vie di Nut.” (Pyr.Text. 332)

Il Gioco del Serpente , Mehen , era presumibilmente  un  gioco iniziatico  nel quale  la posta in gioco era  la libertà dell’anima,  che poteva così aver accesso  alle dimensioni  alterne e parallele  dello spirito,  essendo sfuggita ai pericoli dell’esistenza mondana. Il serpente era simbolo ,con le sue spire rette da principi geometrici perfetti  ,  sia delle  energie cosmiche  creatrici, -  gli dei primordiali erano  serpenti e rane- e della costellazione a forma di serpente, o drago, quanto dei pericoli  ed insidie dell’esistenza, epitomizzate dal pericoloso e velenoso serpente , che  infestava  sia i deserti  che il Delta del Nilo.

 

 

Gli antichi Dèi erano  percepiti con forme  di animali. Erano dèi possenti, leoni,leonesse, falchi, bovini cosmici, draghi, pesci , serpenti. Furono soppiantati da creature con forma umana e con tutte le caratteristiche della malvagia specie umana, afflitta dal grave male di menzogna, orgoglio, e vanità.

Se non si ha affinità o quantomeno rispetto per le forme animali, non si può entrare a far parte della tradizione  occulta-.

Gli animali, insieme alle pietre, le piante, l’atmosfera, gli elementi ed il resto del creato, sono la divinità. Anche gli umani fanno parte dell’intera sinfonia, ma hanno commesso un errore di valutazione.

Il famoso “peccato originale”, con la conseguente cacciata dall’Eden, è coinciso con l’alienazione dal resto del creato e dagli animali: il peccato di orgoglio è talmente sottile e subdolo da non consentire all’uomo di sentirsi non dico inferiore, ma neanche alla pari con nessuna altra specie vivente. Ciò nonostante, l’uomo ha posto se stesso al centro dell’universo!!!!

 

Nella tradizione egizia gli dei sono animali, il cielo è la vacca cosmica, la terra è il verde Geb, rappresentato dall’anatra. I nostri corpi, sia quello materiale che quelli sottili, hanno simboli di animali; e la libertà di spirito è così descritta:

( pyr.text    467)

“…Qualcuno vola via, io volo via da voi, o uomini.

Io non sono della terra, io sono per il cielo;

o tu  neter  del luogo, il mio ka è dietro di te,

poichè io son volato in alto nel cielo come un airone,

io ho baciato il cielo come un falco,

io ho raggiunto il cielo come una locusta che nasconde il sole..”

 

Le acque del nord

In  un tempo primordiale  le acque del cielo del nord erano figurativamente  attraversate dal grande drago o serpente, che conteneva le stelle dalle quali  emanano forti canali e flussi di energia. Lì Ta- Urt,la Deamadre  ippopotamo, continuava a generare sistemi stellari

 

In seguito, le acque del  cosmico nord furono messe sotto la tutela e l’egida di Neftys. Proprio Lei,la Signoradegli Inganni è  l’autrice  del malessere generale  nel quale si trova l’umanità, gli animali e la natura tutta, essendosi appropriata delle sacre acque generatrici che controllano il nostro corpo emozionale

Mai come ora sono evidenti i segni di questa trappola cosmica della quale, volenti o nolenti, siamo tutti parte, in virtù del magico gioco di specchi delle attività umane, politiche, spirituali, economiche .

Sarà vero oppure no? Maat, la giustizia cosmica ed umana, sembra sia stata messa assolutamente in disparte, screditata  e beffeggiata. Oh il sacro gioco del Serpente! Chi ne usciva fuori per primo, vinceva: vinceva la sua anima, la sua integrità. Il serpente era il simbolo della ripetizione ciclica degli affanni umani, della vita costrittiva nelle regole sociali –

Ci avvelenano le acque, il pianeta scoppia di  abitanti umani, e ci dicono che non ci sono nascite , perlomeno in Italia!  Gli uccelli cadono morti, a schiere, ma  la versione ufficiale afferma che in Italia gli uccelli sono morti di “indigestione per aver mangiato troppi semi  “; e dalle altre parti? Vi sono  semi in eccessiva abbondanza sparsi per tutto il pianeta, oppure sono le  fasce  magnetiche  che   sono alterate e deviate, fatti provocati da causa  naturale –oppure da  esperimenti  umani  mal riusciti?

Se gli animali-portatori di anima- ci abbandonano,  siamo lasciati inermi. Siamo lasciati senza anima.

 

“Nello sciamanesimo, per le pratiche di guarigione, si ricorre al ripristino dell’anima, che in seguito a traumi ha perso qualche sua parte .La perdita dell’animale guida è la causa principale della perdita dei poteri dell’anima.” A volte ci accorgiamo che la persona perde dei poteri specifici, o meglio perde la connessione con questi poteri. Possono essere i  poteri che aveva quando era connesso con il suo animale guida, o comunque sono poteri che generalmente  possono essere associati, collegati agli spiriti degli animali che popolano l’universo della realtà non ordinaria.

Generalmente la perdita dell’animale di potere causa gravi malattie, oppure malattie frequenti o croniche, a volte è la causa di continue sfortune o nei passaggi critici della propria vita, perdita o cambio di lavoro, del partner. Anche certe depressioni o la tendenza al suicidio possono essere la causa di una perdita dell’animale guida. In questi casi, il rituale che viene fatto ha proprio l’intenzione di recuperare

il potere associato ad un certo animale, necessario per la guarigione. Nel caso di pericolo di vita, questo rituale è molto efficace, perchè può permettere alla persona di superare quel particolare momento di crisi”(Nello Ceccon– da il sito internet ) Queste sono le parole di un moderno sciamano.

Neftys cela ed inganna, però mediante lei possiamo scoprire gli inganni: ed è proprio questo che sta avvenendo  adesso, in questo nostro vissuto attuale.

Tutti gli inganni sono svelati: non possiamo più fare affidamento su nessun orpello di falso sostegno  o informazione capziosa . Ci rimane la via alchemica della trasmutazione, ci rimane di liberarci dei veleni indotti che la società ci ha trasmesso ed inoculato; ci rimane il diventare di nuovo l’animale sacro e divino e volare via dagli uomini:

 

“Qualcuno  vola via da voi, o uomini, così come fanno le  anatre.

Lui  strappa le sue mani da voi come fa un falco,

lui  rimuove se stesso da voi come fa un ‘aquila,

il re è salvo da colui che lo ostruiva in terra,

il re è liberato da colui che lo attacca “(Text  Pyr.. 573 )

 

In più, gli animali sono il simbolo della libertà spirituale – che non è condizionata da nessun credo indotto o  qualsivoglia religione  che  condizionano anche il nostro incedere nel mondo.

Nel cosmo quale sarà la “religione” che lo può condizionare?

Il Cosmo, come pure gli animali, non ha bisogno di alcun orpello costrittivo, né della Tradizione Egizia, o Vedica,  Cristiana  e via dicendo. Gli animali convogliano e sono a contatto con lo spirito, mentre  noi  umani lo dobbiamo  raggiungere.

Gli animali ci osservano e fanno da ponte con le realtà trascendenti delle quali sono partecipi: danno messaggi agli dèi sul nostro comportamento cifrandola con i loro moti ,  in special modo gli uccelli,con le figure che tracciano nell’aria. Per questo i sacerdoti  antichi, conoscendo le trame sottili  ed archetipiche da essi tracciate, deducevano dal loro volo ciò che sarebbe accaduto in questa dimensione terrena.

 

Veleno  espelle  veleno

 

(Text Pyr. 230) “Il serpente maschio è morso dal serpente femmina, il serpente femmina è morsa dal serpente maschio; il cielo è incantato, la terra è incantata, il maschio che protegge la plebe è incantato, il dio dalla testa cieca è incantato. E tu stesso sei incantato, o tu scorpione!”

Uccelli che  sanno “vedere” e conoscono il nostro destino, e serpenti e creature velenose che ci curano col loro veleno: veleno contro veleno .

E finalmente ci si può così trasmutare :

“Il re è un serpente, che ha inghiottito i suoi sette urei, e le sue sette vertebre del collo sono venute in esistenza “  (Text.Pyr. 318).

Like this Article? Share it!

Comments are closed.