AthonVeggi

L’inganno

athon September 12, 2012 Uncategorized, Varie No Comments

L’INGANNO

La realtà che viviamo  è niente altro che un dettame cosmico, di fili che si intrecciano : nel nostro caso   uno dei fili sono gli  archetipi cosmici  che vanno al di là dei dettami umani, e  un altro  è l’umano gioco .Come  diceva anche Gurdjeff, la realtà  umana non è niente altro  che  uno spettacolo  nel quale  gli uomini sono marionette  legate ai fili del  marionettaio,  che le fa muovere a modo suo,secondo  il suo gioco. In questo caso , parlando in termini  egizi,   il marionettaio sarebbe Neit, la tessitrice cosmica,la Deapadre- madre  dalla quale tutto  procede.

Ricordiamo a questo punto il passato mitico di occultamento di verità e incantesimi, del settenario  e della discesa  di   pochi principi-archetipi formativi- cosmici  alle ottave  inferiori , dove si manifestano  con  trappole e vicende umane .

 

L’ERA DI NEFTYS

C’è un principio che regna sovrano in questa nostra era : esso investe tutto e tutti,  nessuno si salva. Questi è l’Inganno, l’Occultamento  della verità.

Tutti conoscono  il mito di Iside, Neftys,Osiride, Set: questi eventi  , miti  e fatti non sono scomparsi, sono vivi nel tempo cosmico –magico dell’eterno presente, al di là di concetti di karma o di simultaneità. Sono  Principi cosmici   potenti,

ancora  e sempre presenti tra noi.

 

 

 

IL MITO

C ’era una volta  una coppia magica:essi erano il Cielo-Nut, ela Terra-Geb. Siunirono e si originò  un    accrescimento stellare, con portata di uno sconvolgimento galattico ,dal momento  che furono originati  altri sistemi .Naquero Osiride- Orione,Horus l’Antico – il falco solare-il Sole, Set- energia dell’Orsa Maggiore, Iside- Sirio,  Neftys-la Casa del cielo delle Acque  perigliose.

 

Fin dai primi  miti Set , consorte di Neftys,  era in opposizione  alla luce e ai raggi  datori di vita del sole,tramando continuamente contro  l’ordinato fluire della natura, e distruggendo  l’armonia dell’Egitto, governato da Osiride e Iside.

In una tresca clandestina Osiride si unisce  a Neftys- che aveva assunto le sembianze di Iside- scatenando le ire  di Set che architettò  un tranello per uccidere il rivale  ;una bellissima cassa  ,fatta sulle dimensioni di Osiride, che era di taglia imponente-era data in  dono   a chi potesse  “calzarla” appieno .  Appena  Osiride   fu disteso in essa, fu chiuso il coperchio e la cassa fu gettata nel Nilo,  facendo  annegare Osiride racchiuso  nella cassa.

Iside ritrovò il corpo del suo amato  , racchiuso nel tronco di un albero, ma Set la ritrovò   e prese il corpo di Osiride,  smembrandolo in 42 parti e disperdendole   nel territorio.

Iside  perquisì tutto d’Egitto  per ritrovare il suo corpo  : ritrovò tutti i pezzi,  meno il fallo, mangiato dal pesce Ossirinco . Lo  ricostituì, indi resuscitò Osiride  con l’aiuto di Thoth, e si unì a lui per generare il figlio Horus.

Osiride però, toccato dal principio di putrefazione e morte  impersonato da Neftys, perse la sua immortalità  e non potendo   rimanere  tra i viventi, si dovette accontentare di divenire il sovrano del regno  dei morti, il Duat.Tra infinite  peripezie Iside  finalmente diede alla luce il figlio Horus, il quale, cresciuto e divenuto un valente guerriero, confrontò Set per vendicare il  padre Osiride. Essi combatterono con alterne vicende,  ma proprio quando Horus fu sul punto di uccidere Set,Iside intervenne salvando la vita a suo fratello Set.

Essa  non poteva permettere che andasse distrutto un principio cosmico, poiché sapeva che ciò avrebbe significato la fine della creazione.

Horus, furioso con sua madre, le tagliò la testa. Ma  Thoth,sempre pronto a salvare Iside,con l’aiuto di parole di potere le rimpiazzo  il capo con quello di una vacca, enfatizzando  così la sua natura cosmica, collegata con la galassia,la Vialattea Nut,sua madre Cielo.

Infine Horus ottenne il potere di suo padre, non uccidendo Set, ma tenendolo sotto controllo, mantenendo un equilibrio  tra i loro due principi.

 

IL MITO E’ TRA NOI

Scendendo di ottave,  secondo il principio settenario di Seshat – la sincronicità, a livello umano si produsse nello stato dell’Ombra  una singolare vicenda che ci coinvolge ancora e sempre : amore, tradimento, lotta di  potere, menzogna, guerre, battaglie con alterne vicende, vittoria-obbligata dal copione- del bene sopra il male.

 

Ecco come si articola  la vicenda umana archetipica : coppia regnante,più anziana IL BENE :lui  porta istruzione e cultura, lei, protezione , insegnamento, cibi, alchimia . Coppia più giovane  IL MALE  : lui “violenza, astuzia, potere fisico , Lei occultamento, menzogna, inganno, tradimento,potere della sostituzione.” . Il sesso  come   trappola  per acchiappare il “bene”.  Tradimento,  il più anziano   si  unisce  alla   donna più giovane  :la tresca viene  svelata .

Il più giovane-il “male” -uccide il rivale;   il male  vince il bene.

Nel mito, dopo varie peripezie,nasce il pargolo alla  vedova, che a sua volta detronizzerà  la violenza, il male, in coppia con la menzogna, per instaurare un’era di luce.

La Vedova–Madre è sempre dietro le quinte : procura il trono, il potere, la conoscenza alchemica, e non muore.

 

Mi piace leggere i fatti dell’esistenza  con gli occhiali  del mito.

Ecco qui WikiLeaks,  una vicenda appassionante, densa di  significati, potenzialmente  capace di far mutare l’equilibrio-o disequilibrio-  che vige nella nostra società : la verità, l’occultamento, l’Eroe  che svela le trame,e i signori delle del potere   governante- che non vogliono le trame svelate.  E infine la tresca sessuale che rende possibile fare  imprigionare l’Eroe.

 

 

Chi è il BENE? Chi IL MALE?chi  personifica l’Eroe? Chi sono gli altri?

Lui, l’Eroe, Julian Assange . Il figlietto :Wikileaks, che comunque persegue i nemici del padre fino al loro annientamento. Il Nemico, colui che si avvale di  trame nascoste: Il Governo Mondiale.

Neftys, le Trame nascoste, permea  tutti e tutto, dall’Eroe al  Governo mondiale.

Il supremo principio Neftys coinvolge tutti e tutto ,agendo sottilmente  mediante le forze di sesso e seduzione- innegabilmente  uno dei cardini della nostra  società. Ognuno è passibile di essere fagocitato e reso strumento di invisibilità, occultamento, tradimento

 

Se leggiamo ciò che accade come fatto mitico, saremo sconvolti dalla perfezione degli accadimenti.

Possibile che ancora niente sia mutato? Siamo sempre nello stesso Eone , nello stesso  sistema simbolico, si chiederanno gli scettici?

Sì , siamo sempre  nello stesso sistema. L’Ombra  mitica ci fa vela e ci impone gli stessi  giochi.

Chi è Set? Chi è Osiride? Chi è  Neftys? E che fa Iside,la Grande Maga? E chi è e cosa rappresenta  il pargolo Horus?

Stiamo assistendo  ad un fatto epico  fondamentale.

Potere spirituale e potere materiale, alias la politica- con la tecnologia che aiuta a tessere  le trame e l’ordito del gioco.

I fili sono i pianeti  che ci riverberano  modi comportamentali  raccontati e spiegati con i nomi delle forze planetarie, con nomi degli Dei Greci – modi dai quali ogni umano  è  pervaso,  imbevuto, forgiato.

La molla  è l’egocentrismo,  tanto da far credere ad ognuno  “ IO sono fatto così” : e da quest’IO    nessuno vuole uscire. Nessuno vuole uscire dalla sua maschera, dalla sua parte nel gioco planetario –inconscio a tal punto  da far credere al singolo di essere  libero da qualsiasi condizionamento. Questo è  il come  e il  perché tutto procede  secondo quanto è stato stabilito: cambiano i volti, i modi esterni, gli abiti ; la trama è sempre la stessa.

 

La  terra  è magicamente  un  palcoscenico dove sono  recitate  “opere teatrali” archetipali,  cosmiche;  è  un duplicato cosmico,  uno specchio riflettente- via luna- di battaglie possenti tra principi di  luce-tenebre, materia-antimateria,  creazione –dissoluzione e ciò che vi accade  segue trame  ben definite.

 

Ma  il cosmo non è solo duale, alchemicamente vige il ternario, ed il ternario è ciò che fa saltar di livello.

Noi umani siamo imbevuti di dualismo, di male e bene, amico e nemico :   ma Neftys ci svela, velando, altri risvolti.

 

 

 

“Sciogli  i tuoi legami , essi non sono lacci , sono le trecce di Neftys “

“Neftys mi ha favorito, ed ho catturato gli opponenti”

“ Neftys, nel suo nome di Seshat, Signora dei costruttori-“ dicono i Testi delle Piramidi

Seshat, la sincronicità :niente è karmico, tutto accade insieme-o anche ” la risposta arriva prima della domanda”. (continua)

Like this Article? Share it!

Comments are closed.